Una tecnica antica di oltre 4000 anni

ESSENZE DI BENESSERE
ai sensi lg.4/2013

ANNA TALAIA

Ciò che non vogliamo di noi stessi finisce con l'arrivare dall'esterno
Vai ai contenuti

Una tecnica antica di oltre 4000 anni

Aloe Italia
Pubblicato da Anna in riflessologia plantare integrata · 22 Aprile 2021
Tags: #piedi#riflessi#benessere
Il nome della tecnica deriva dal termine riflesso.
Questa è la definizione medica:
Il riflesso è la risposta che l'organismo dà involontariamente e talvolta anche inconsciamente a stimoli provenienti dall'ambiente che lo circonda, o dal suo interno stesso. Il riflesso ha sempre un finalismo, la reazione che scatena è sempre utile all'economia dell'intero organismo.

Si può dire quindi che i riflessi costituiscono le risposte più rapide che il corpo possa dare in quanto hanno a che fare con l'autoconservazione, con la parte più antica del nostro cervello, il cervello rettiliano, quello legato agli istinti.

Il termine riflesso inoltre rimanda alla teoria dello specchio. Perchè nel piede è riflesso l'intero corpo. Lo specchio rimanda l'immagine reale, spesso diversa da quella creata dalla mente.

Inoltre il piccolo riflette il grande, è possibile riconoscere l'intero in ogni sua parte: piedi, mani, volto, eccc..

La riflessologia plantare è utilizzata come metodica valutativa e di riequilibrio.
Il dolore che si avverte alla pressione sul piede segnala uno SQUILIBRIO nella parte del corpo corrispondente. Questo consente di riconoscere le disarmonie ancor prima della comparsa dei sintomi, e questo permette di leggere i messaggi del corpo, che esprime un disagio anche emozionale.

Ovviamente non si fanno diagnosi, nè si identificano malattie, di competenza esclusivamente medica, ma ciò che si ottiene è una valutazione energetico-funzionale in cui vengono presi in considerazione nel loro insieme gli aspetti fisici, psichici ed energetici della persona.

Utilissima quindi per la prevenzione ma anche come intervento su disarmonie fisiche che possono essere alleviate grazie a dei protocolli personalizzati in base alle zone che hanno bisogno di essere trattate.

Il naturopata e il riflessologo non si occupano della malattia ma consentono la stimolazione che porta all'informazione provocando così una reazione utile per riequilibrare l'organismo.

IMPORTANTE:
La riflessologia plantare non può DANNEGGIARE, nè si può sbagliare perchè le risposte dell'organismo alla stimolazione che viene data con il massaggio al piede non vengono decise da chi esegue il trattamento, ma il corpo reagisce in base alle sue leggi producendo sempre reazioni funzionali al benessere dell'organismo.

E' lo studio, la serietà, e l'impegno dell'operatore cui ci si affida che fa la differenza. Bisogna conoscere il piede in ogni punto, perchè in esso si trovano organi, apparati, sistemi ed emozioni.

L'approccio medico per un mal di stomaco, ad esempio, comprende un farmaco allopatico.
L'approccio olistico prevede il trattamento dello stomaco sul riflesso del piede e il trattamento dell'emozione che provoca il dolore, consigliando i fiori di Bach necessari alla persona. L'approccio è ben diverso. Il naturopata si occupa della persona, non la identifica con la sua malattia.

Anche nel caso di patologie importanti , la riflessologia può intervenire per migliorare la qualità della vita. Non cura la malattia, ma ci sono dei passaggi che si possono effettuare che sono di grande sostegno alla persona.



Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Inserisci la tua valutazione:
Anna Talaia
Naturopata Olistica
annatalaia@virgilio.it
p.IVA: 12482560013
Torna ai contenuti